Vitello tonnato

Il vitello tonnato è un gustoso antipasto, servito a volte anche come secondo, straordinariamente buono e invitante. La salsa poi è particolarmente appetitosa anche per via del tonno (da qui il nome vitello tonnato). Di origini piemontesi (per gli approfondimenti ti rinvio alla pagina di Wikipedia) è ormai conosciuto ovunque, anche all’estero, dove viene proposto dai diversi ristoranti italiani delle città.

Le prime volte che mi sono cimentato nella preparazione del vitello tonnato mi sono sempre approcciato con una certa dedizione per timore che la carne cuocesse troppo e che il risultato fosse poco appetibile.

Questo sfizioso antipasto, infatti, richiede una carne morbida come risultato finale, per permetterti di gustarlo con facilità in un solo boccone.

Ma niente paura: una buona carne acquistata dal vostro macellaio di fiducia e qualche accortezza ti permetteranno di ottenere un risultato veramente buono da proporre per un brunch alternativo oppure come antipasto di un sontuoso pranzo festivo.

vitello tonnato

PREPARAZIONE: 1 ora + 50 min. di cottura COTTURA: 50 min. DIFFICOLTÀ: bassa COSTO: economico


Ingredienti per 10 persone

PER LA CARNE

PER LA SALSA

Procedimento

Per preparare il vitello tonnato prima cosa occupati della carne: tienila a temperatura ambiente (mi raccomando, non deve essere fredda di frigo), dopodiché salala e pepala.

vitello tonnato

In una padella antiaderente versa l’olio, le carote, il sedano, le cipolle e il resto degli aromi. Fai soffriggere leggermente in modo che l’olio si aromatizzi e quando sarà caldo unisci anche la carne.

vitello tonnato

Fai rosolare per bene a fiamma bassa ciascun lato, sfuma con il vino bianco e prosegui la cottura. Quando sarà ben rosolato (circa 30 minuti e comunque dipende da quanto è grosso il tuo pezzo di carne) poni la carne su un tagliere e aspetta che si intiepidisca.

vitello tonnato

Metti la carne e gli aromi in un sacchetto di plastica ben resistente. Versa in acqua bollente per circa 15 minuti, dopodiché scola e lascia riposare su un tagliere*. In questo modo la carne proseguirà la cottura, mantenendosi morbida e, una volta raffreddatasi, con i succhi ben distribuiti.

vitello tonnato

Durante il tempo che la carne raffreddi occupati della salsa di accompagnamento: in una ciotola poni le uova sode (che avrai precedentemente bollito), il tonno sottolio (puoi tranquillamente conservare l’olio), i capperi, le acciughe, il sale e il pepe. Frulla energicamente con un frullatore ad immersione fino a ottenere una crema dalla consistenza liscia e omogenea. Tieni da parte.

vitello tonnato

Affetta la carne ormai fredda (meglio se con l’aiuto di un’affettatrice), sistema le fette di carne su un piatto da portata e spargi su ogni fettina un po’ di salsa guarnendo con un paio di capperi (puoi utilizzare anche quelli freschi).

Il tuo vitello tonnato è pronto e non ti resta che assaggiarlo!

vitello tonnato

Note

*Anziché rosolare la carne e successivamente metterla in acqua protetta da un sacchetto, puoi optare per bollire direttamente la carne in acqua aromatizzata con carote, sedano, chiodi di garofano e vino.

Conservazione

Puoi conservare il tuo vitello tonnato in frigo per un paio di giorni, coperto da pellicola e senza salsa sulle fettine di carne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *