Sacher

Oggi ti racconto della Sacher. Sai, la Sacher è stato uno dei primi dolci importanti con i quali mi sono confrontato. Ricordo ancora la prima volta che la realizzai: un vero disastro! La torta non era cresciuta quanto avrebbe dovuto, la confettura era in pezzi (buona, ma poco gradevole all’assaggio) e la glassa era tutto tranne che graziosa… Per fortuna, sbagliando si impara e così ho migliorato la tecnica imparando a realizzare ottime Sacher.

Per quanto riguarda la storia di questo dolce, si deve a Franz Sacher la creazione di questa bontà (qui il link alla pagina di Wikipedia per saperne di più).

Non preoccuparti se i passaggi che seguiranno sono molti: la preparazione è sicuramente laboriosa ma non particolarmente difficile. Perciò, senza farti prendere dall’ansia, con molta pazienza e tanto amore ti auguro buona Sacher!

sacher

PREPARAZIONE: 2 ora COTTURA: 40 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: medio


Ingredienti per 8 porzioni

PER LA TORTA

PER IL RIPIENO E LA RICOPERTURA

PER LA GLASSA

PER LA DECORAZIONE

Procedimento

Inizia dosando tutti gli ingredienti. Imburra una tortiera con cerchio apribile e foderala con la carta forno.

Sciogli il burro e il cioccolato separatamente e lascia raffreddare.

sacher

Separa i tuorli dagli albumi ponendoli in due diverse ciotole. Aromatizza i rossi d’uovo con le zeste di arancia e i semi di una bacca di vaniglia.

sacher

Separatamente monta a neve gli albumi avendo cura, dopo che gli albumi cominceranno a diventare spumosi, di unire lo zucchero semolato e di continuare a montare a neve.

sacher

Versa il cioccolato e il burro ormai freddi nella ciotola contenente i tuorli.

sacher

Unisci poco per volta la massa di albumi al composto di cioccolato e incamera aria con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto.

sacher

Aggiungi quindi la farina e il lievito setacciati e incorpora delicatamente al composto. Versa nella tortiera (ca 24 cm di diametro) e inforna in forno preriscaldato a 160 gradi per circa 40 minuti*.

sacher

Nel tempo che la torta cuoce, occupati della glassa: in una pentola poni lo zucchero, il cacao, la panna, l’acqua e porta a bollore girando con una frusta di tanto in tanto. Dopo circa 5 minuti dal bollore spegni e lascia intiepidire. Unisci quindi la colla di pesce che avrai avuto cura precedentemente di ammorbidire in acqua fredda per 10 minuti.

sacher

Quando la torta sarà pronta aspetta che raffreddi, dopodiché occupati del taglio. Ti consiglio di praticare prima un piccolo taglio nel senso verticale della torta: in questo modo, dopo che avrai tagliato la torta nel senso orizzontale, saprai far coincidere perfettamente la parte superiore con quella inferiore. Metti la torta su una gratella ponendo sotto ad essa un piatto o un contenitore dai bordi alti in modo da recuperare il cioccolato con il quale glasserai la torta.

sacher

In un pentolino riscalda la confettura di albicocche e passala al setaccio. Crea quindi uno strato di confettura sul primo disco della torta.

sacher

Poni il secondo disco della torta e procedi con l’apricottatura: spennella la confettura sulla superficie della torta, bordi compresi. Lascia riposare per circa 30 minuti, meglio se in ambiente fresco.

sacher

Glassa con il cioccolato, partendo dai bordi per poi finire al centro della torta. Recupera la glassa colata e ripeti l’operazione anche altre due volte. Lascia riposare per circa 30 minuti.

sacher

Con delicatezza poni la torta sul piatto da portata e sciogli a bagnomaria il cioccolato bianco e il burro. Metti in una sac à poche e realizza sulla torta l’inconfondibile scritta sacher.

sacher

Hai visto che dopotutto non è stato così difficile? Realizzala anche tu e, se ti va, potrai realizzare delle simpatiche monoporzioni per stupire i tuoi ospiti!

sacher

Note

*il forno che mi ha regalato le torte più belle è stato il forno a gas. Se hai un forno elettrico molto potente come il mio, ti consiglio di impostare la temperatura a 160 gradi, altrimenti 180 gradi dovrebbero andare bene.

Conservazione

Puoi conservare la tua Sacher per un paio di giorni in frigorifero. La torta è adatta alla congelazione, meglio se prima porzionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *