Carpaccio di polpo

Hai una cena e vuoi fare bella figura? Se hai un po’ di tempo a disposizione potresti realizzare la ricetta che sto per raccontarti: il carpaccio di polpo è un secondo fresco ed estivo e sarà di sicuro impatto visivo per i tuoi commensali. Devi solo armarti di pazienza e il risultato sarà garantito.

Per quanto riguarda il polpo io ne ho utilizzato uno congelato, che ho fatto scongelare e poi cotto. Tu potrai decidere di acquistarlo congelato o fresco ma in questo caso ti consiglio di passarlo in freezer un paio di ore in modo da ammorbidire le carni del pesce. Tieni a mente che il polpo ha 8 zampe mentre seppie e calamari ne hanno dieci, a parte le altre evidenti differenze. Non va nemmeno confuso con il moscardino, dal colore più chiaro e pescabile nei fondali sabbiosi. Il polpo di scoglio, quello che ti consiglio di acquistare, ha due file di ventose ed è più saporito. Ti lascio qui il link all’articolo all’interno del quale parlo del pesce.

Ad ogni modo, sono certo che il carpaccio di polpo piacerà anche a te.

Segui la ricetta passo passo e al di là del tempo di lavoro e attesa lo riproporrai in diverse occasioni.

carpaccio di polpo

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 3 ore DIFFICOLTÀ: media COSTO: medio


Ingredienti per 6 porzioni

PER IL POLPO

PER LA MARINATURA

Procedimento

Per preparare il carpaccio di polpo inizia preparando gli ingredienti: affetta la cipolla, lava e taglia le carote. In una pentola capiente versa abbondante acqua, le fette di limone, la cipolla, le carote, il prezzemolo, il pepe e l’alloro e porta a bollore.

Non appena l’acqua bolle cala al suo interno il polpo, tuffando prima ripetutamente i tentacoli: questa operazione è necessaria affinché si arriccino i tentacoli. Dopodiché versa interamente il polpo, copri con coperchio e quando l’acqua riprenderà a bollire spegni il fuoco: il polpo sarà pronto non appena la pentola si sarà ampiamente intiepidita (ci vorranno circa 3 ore). È il mio metodo preferito per cuocere il polpo, garantendo cottura perfetta e carni tenere*.

carpaccio di polpo

Procurati una bottiglia di plastica, tagliala a metà e incidi la parte bassa praticando dei buchi. Versa al suo interno il polpo (io ho proceduto con due tentacoli uniti per volta) e fai in modo di non lasciare spazi vuoti. Inserisci anche un barattolo di vetro nella bottiglia in modo che possa fare pressione sul polpo. Avvolgi il tutto con la pellicola e lascia riposare in frigo per tutta una notte. La gelatina che rilascerà il polpo farà da collante così da ottenere un unico pezzo compatto e potrai alla fine tagliare delle fette precise.

carpaccio di polpo

Affetta il polpo con l’aiuto di una affettatrice o di un coltello ben affilato e disponi su un piatto da portata.

carpaccio di polpo

Prepara il condimento ponendo in una ciotola l’olio, il succo e la buccia del limone, il prezzemolo tritato, l’aglio schiacciato e il pepe. Irrora le fette di polpo con il condimento ottenuto.

Servi in tavola e vedrai che i tuoi ospiti si ricorderanno del tuo carpaccio di polpo!

carpaccio di polpo

Note

*Anticamente si credeva che aggiungere un tappo di sughero in pentola con il polpo servisse a rendere le carni del polpo più tenero. Oggi questa teoria è stata giudicata chiaramente non attendibile (qui il link all’articolo per saperne di più).

Conservazione

Puoi conservare il carpaccio di polpo in frigo per un paio di giorni, coperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *