Carciofi gratinati

Oggi voglio parlarti dei carciofi gratinati, una ricetta che faccio ogni volta che è stagione di carciofi. Adoro queste verdure e credo che ogni varietà regala sapori buonissimi, oltreché modi fantastici e diversi di cucinarli.

Sai cosa mi piace in particolare dei carciofi? Sicuramente mangiarli ma anche pulirli e cucinarli: si perché ricavare la parte edibile, che poi è il cuore dei carciofi, mi diverte un sacco. So che penserai che magari la consideri una gran scocciatura però credimi quando ti dico che il risultato ripagherà tutti i tuoi sforzi e potrai gustarti dei carciofi gratinati da vero gourmet.

Segui passo passo la ricetta e non avrai problemi con la pulizia e la cottura di questi buonissimi carciofi gratinati.

carciofi gratinati

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico


Ingredienti per 6 porzioni

Procedimento

Per preparare i tuoi carciofi gratinati parti dalla pulizia dei carciofi: togli le foglie esterne più coriacee e la parte del gambo non commestibile e getta via (queste parti non possono essere usate altrimenti). Continua a togliere le foglie (ma non buttarle) finché non sentirai foglie più tenere e vedrai colori più tenui come se fossero petali delicati. Non gettare anche queste foglie ma tienile da parte: ti serviranno per realizzare la crema di carciofi. Pela la parte di gambo commestibile e procedi con tutti quanti i tuoi carciofi (io avevo una cassetta intera!).

carciofi gratinati

Taglia ciascun carciofo in due (nel senso della lunghezza), elimina la barbetta interna e taglia ancora fino ad ottenere dei quarti. Quindi sciacquali sotto l’acqua corrente e mettili in abbondante acqua insieme al succo e a qualche fetta di limone. Questo servirà a non far annerire i tuoi carciofi.

carciofi gratinati

Prendi le foglie dei carciofi che hai tenuto da parte (quelle più coriacee per intenderci) e falle cuocere in abbondante acqua salata per almeno 30 minuti, finché non risulteranno tenere. Quindi, con l’aiuto di un estrattore, ricava il succo*. In una padella dai bordi alti fai cuocere farina e succo di limone e versa il succo dei carciofi ottenuto. Fai cuocere finché il composto non risulterà denso. Sala e pepa.

carciofi gratinati

Fai cuocere in una padella i quarti dei carciofi con olio e aglio. Cuoci dolcemente per almeno 40 minuti, avendo la cura di girare ciascun carciofo e di continuare la cottura. Aggiungi acqua quando questa si sarà asciugata.

Poni i carciofi ormai cotti e intiepiditi in una pirofila.

carciofi gratinati

Condisci i tuoi carciofi: Versa in pirofila il sugo di carciofo, il pecorino, il pan grattato e il prezzemolo tritato. Gratina in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 50 minuti. I tuoi carciofi gratinati sono pronti e possono essere serviti in tavola come accompagnamento ai tuoi secondi di carne o di pesce.

carciofi gratinati

Note

*Se non possiedi un estrattore, che ti permetterà di estrarre solamente il succo, puoi procedere in questo modo: dopo aver bollito le foglie più dure, frullale con l’aiuto di un frullatore ad immersione e poi passale al setaccio. Infatti, anche se avrai frullato le foglie, il composto che otterrai risulterà ancora particolarmente stopposo.

Conservazione

Se non consumi subito i tuoi carciofi gratinati puoi conservarli in frigo coperti per un paio di giorni. Prima di servirli potrai scaldarli in forno già caldo (o eventualmente in padella) per qualche minuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *